Itinerario 5. DA CAMIGLIATELLO (base piste da sci) A SERRA STELLA E TIMPONE CANNATA



Altitudini: Base piste da sci 1380 m.; Serra Stella 1801 m.; Timpone Cannata 1686 m.

Tempi di percorrenza: 2 h 30 m fino al belvedere di Serra Stella; 1 h da Serra Stella fino a Timpone Cannata; 1 h 40 m da Timpone Cannata alla base delle piste da sci.

Difficoltà: E

Avvicinamento. Dalla SS 107 Silana-Crotonese, uscire a Moccone. Proseguire in salita verso gli impianti di risalita. Al parcheggio antistante il Rifugio Tasso e gli impianti lasciare l’auto.

Descrizione del percorso. Portarsi alla base delle piste da sci e seguire la sterrata che procede a destra (della pista rossa) nel punto in cui le acque della Fiumarella Curcio vengono intubate. Poco sopra vi è un bivio. Andare a sinistra. Si procede in leggera salita lungo la sinistra idrografica del torrente. Dopo qualche chilometro si passa sulla sponda destra (attraverso un comodo ponte in legno). Si giunge così a un quadrivio (che per comodità chiamiamo quadrivio Fiumarella Curcio). Prendere la via di destra (diritto) tralasciando le due a sinistra (quella centrale corre parallela a quella di destra [itinerario 3]).Si procede in piano nella radura contornata dal bosco. Poco più avanti bisogna guadare il torrente. Si consiglia di portarsi stivali alti per non bagnarsi (non ci sono pietre che facilitano il passaggio e durante lo scioglimento delle nevi la portata dell’acqua è davvero abbondante). Ma comunque, i più volenterosi, al già superato ponte sul torrente, possono rimanere sulla sponda sinistra e seguire liberamente il fiume. Si inizia a salire in maniera decisa all’interno di una suggestiva faggeta. Tralasciare le deviazioni a sinistra, che si recano al torrente, e andare sempre a destra. Ogni tanto si aprono, sulla sinistra, magnifiche visuali sui dolci rilievi circostanti e su Monte Curcio. Si ritorna ad attraversare il fiume. Si sale poi una rampa abbastanza ripida e, subito dopo, si scende nuovamente e si guada, un’altra volta, la Fiumarella Curcio, ormai un piccolo ruscello (la sorgente è nei pressi).
Superato il fiume ritorna la salita e si sbuca sulla strada delle Vette. Si attraversa la carreggiata e si impegna, liberamente, la pendice della montagna boscata a faggio. La salita non è difficile. Si raggiunge una carrareccia, che bisogna tralasciare, e proseguire ancora liberamente lungo la pendice non ripida della montagna. Si arriva così al crinale. Seguire quest’ultimo andando a sinistra. Si tratta della dolce e boscosa cresta di Serra Stella. Continuare sempre lungo la linea di spartiacque fino a raggiungere un belvedere, che si apre verso sud (in lontananza le vette attorno Botte Bonato, Timpone Bruno, i Monti del Savuto, e i rilievi che si gettano nella Valle del Cardone. 
Dal belvedere di Serra Stella scendere alla carrareccia orientale poco sotto il crinale. Proseguire a destra. Se esce sul Sentiero Italia (SI) che proviene da Spezzano Piccolo. Continuare a sinistra. Poco dopo si incrocia la Strada delle Vette. Ma sempre allo stesso bivio, sulla destra, si diparte una sterrata, che si addentra nella fitta faggeta, alternata a radure, splendide a primavere con le fioriture. Questo tratto è in leggera discesa. Ad un certo punto, sulla sinistra, si stacca un sentiero. Prendere quest’ultima via che in meno di un chilometro porta sull’erboso crinale di Timpone Cannata. Sulla cima il panorama è a 360 gradi. A occidente si può ammirare la Valle del Crati e le cime della Catena Costiera, tra cui Monte Cocuzzo, a sud l’alta valle Cardone e i rilievi boscosi di T.ne Bruno e Botte Donato, a nord Monte Curcio e Serra Stella. 
Per ritornare al punto di partenza, basta ripercorrere al contrario il sentiero e la sterrata che conducono alla Strada delle Vette. Seguire l’asfalto, a destra, fino a un grande prato. Da qui ha inizio una carrareccia, sulla sinistra, che si addentra nel bosco di faggi, in discesa. Al bivio andare a sinistra. Si giunge così nel fondovalle, al quadrivio Fiumarella Curcio. Seguire la via che segue il torrente.


Nella valle della Fiumarella Curcio

La Fiumarella Curcio

La Fiumarella Curcio

La Fiumarella Curcio

Faggio lungo il sentiero che risale la Fiumarella Curcio

Il sentiero che risale la Fiumarella Curcio



Poco prima di sbucare sulla strada delle vette

Il sentiero poco prima della Strada delle Vette

Il belvedere di Serra Stella verso Botte Donato

Il belvedere di Serra Stella verso i rilievi di destra del Cardone

Alti faggi

La cupola erbosa di T.ne Cannata

Dal crinale di T.ne Cannata verso M.Curcio

Dalla cima di T.ne Cannata verso M.Curcio

Dalla vetta di T.ne Cannata verso la Valle del Crati e la Catena Costiera. 

Dalla vetta di T.ne Cannata verso l'alta Valle Cardone e T.ne Bruno

Dalla vetta di T.ne Cannata verso Botte Donato e T.ne della Carcara

Dalla vetta di T.ne Cannata verso Serra Stella

Poco sotto la vetta del Cannata